Tartufo Siciliano

Rotary Club Catania 08.06.14

L'Enogastronomia per valorizzare l'Etna

08 Giu 2014

L'Enogastronomia per valorizzare l'Etna

 

"Identità culturale e sociale, turismo enogastronomico": su questi attuali temi si sono dati convegno i club Rotary Catania Nord, Randazzo Valle dell'Alcantara e Giarre, nella tenuta delle cantine Patria a Solicchiata, in territorio di Castiglione, città del vino. Dopo i saluti del presidente Gennaro Messore è toccato al presidente Piero Maenza coordinare l'incontro nel corso del quale i qualificati relatori hanno parlato dei vini dell'Etna (Gregorio Calì dell'ONAV), dei presidi Slow food (Rosario Gugliotta, presidente regionale slow food, ed Anna Maria Grasso, responsabile dei presidi etnei) ed anche del tartufo siciliano (Giuseppe Tambè e Salvatore Zuccalà). I vitigni autoctoni etnei (nerello mascalese, cataratto, insolia) ormai sono stati affiancati anche da quelli nazionali (cabernet, merlot), così come accanto a pistacchio, nocciole e noci, si stanno facendo apprezzare le mele (pumo gelato o pumo cola) oppure il cavolo "trunzu" violetto di Acireale, mentre nei boschi dei monti Iblei, Nebrodi, e Madonie sempre più si scoprono le varietà di tartufo siciliano.

 

URL: http://www.rotarycatanianord.it/news/53