Tartufo Siciliano

Le Tartufaie

Coltivare il tartufo è possibile ed è molto reditizzio nel medio periodo, il periodo stimato varia dai 4 ai 7 anni. Questo ha una motivazione biologica e biochimica ben precisa dovuta a vari parametri, tipo di terreno, tipo di pianta , tipo di clima e al tipo di tartufo . Mettendo a dimora piantine che hanno uno od al massimo due anni è necessario che la pianta si affranchi correttamente e che sviluppi un apparato radicale ben esteso, inoltre le interazioni biochimiche, che stimolano la produzione di carpofori, tra il fungo, l’essenza arborea e l’ambiente hanno bisogno di un periodo abbastanza lungo di “gestazione”. La realizzazine di tartufaie comporta vari passi fondamentali , in primo luogo l'analisi del terreno dove si dovrà valutare: la posizione, la struttura del terreno la sua consistenza, l'acidità e altri parametri fondamentali per poter determinare la tipologia di pianta e la tipologia di tartufo da piantare.

Relazione geologica

Dopo aver effettuato l'analisi del terreno, seue la relazione geologica

in tale relazione vengono sviscerete tutte le caatteristiche legate al territorio specifico preso in esame partendo dalle caratteristiche metereologiche della zona con particolare attenzione alle precipitazioni per poi passare al tipo di vegetazione presente in zona e all'analisi specifica del terreno con tutti i dati chimici del terreno.

documento in formato pdf

 

 

 

Coltivatrice

 

 

 

 

Rullo

 

 

 

 

 

Tagliaerba